Categoria: L’ISOLA RITROVATA

0

Nuove tecnologie per fronteggiare il diabete tipo 1

Microinfusori La terapia iniettiva insulinica sottocutanea continuativa tramite micropompa è una proposta terapeutica che sempre più frequentemente è oggi presentata alle persone con diabete di tipo 1. Questo viene proposto in alternativa al classico schema multininiettivo attraverso iniettori a penna per insulina. Il fine della terapia insulinica nel diabete di tipo 1 è quello di sostituire al meglio la funzione beta-cellulare ed il microinfusore è quello che meglio permette di simulare la delicata e complessa funzione pancreatica. Il microinfusore è una micropompa di peso non superiore ai 100 gr, che porta insulina al paziente attraverso un catetere di dimensioni variabili,...

0

Le nuove tecnologie per il diabete tipo 1

Cosa possiamo dire o raccontare sulle nuove tecnologie per il diabete di tipo 1? Nell’ultimo decennio l’approccio alla terapia del diabete di tipo 1 ha subito straordinari cambiamenti. Parte di questa rivoluzione è da attribuire alla applicazione delle tecnologie emergenti alla terapia ed al monitoraggio del diabete . Sappiamo bene come le persone con diabete di tipo 1 debbano ricorrere a processi decisionali più volte nel corso della giornata, per poter affrontare quegli stessi momenti, alimentazione, esercizio ecc, che dalle persone senza diabete non sono neppure percepiti. Sappiamo inoltre, come possa essere relativamente facile fare acquisire ai nostri pazienti l’abilità...

0

Associazioni agonisti recettori GLP1 insuline basali

Da pochi mesi è possibile proporre per i pazienti candidati al trattamento iniettivo sia con insulina basale, sia con agonisti del recettore GLP1, una terapia di associazione che vede la com- binazione delle due molecole in un unico dispositivo (degludec/Liraglutide, glargine/lixixenatide). In poche parole il paziente potrà, con una unica iniezione, ricevere i due farmaci con un impatto sulla facilità di gestione della terapia e sulla qualità della vita non trascurabile. I trial clinici di registrazione di tale associazione hanno mostrato, però, vantaggi clinici che vanno al di la della sola migliore gestione della terapia. Combinando le due classi terapeutiche...

0

Gli inibitori del SGLT-2

Gli inibitori dell’SGLT2, riducono il glucosio nel sangue aumentandone l’escrezione attraverso le vie urinarie. In pratica bloccando il riassorbimento nei tubuli renali ne favoriscono così l’eliminazione dall’organismo. In altre parole arricchiscono di glucosio le urine e sono detti per questo farmaci glicosurici. Questi farmaci hanno azione diuretica e, permettondo l’eliminazione attraverso le urine fino a 300 kcal al giorno, determinano una riduzione del peso del paziente. Empagliflozin, Dapagliflzin, Canagliflozin, le molecole della classe gliflozine, per l’azione diuretica impattano, migliorandolo, sul controllo della pressione arteriosa. La letteratura medica ha mostrato per questo gruppo di molecole la straordinaria capacità di ridurre la...

0

Gli inibitori del DDP-4

Il DPP4 è un enzima che disattiva l’ormone sopra citato GLP1. Nei soggetti diabetici ove la concentrazione del GLP1 risulta compromessa, un “blocco” dell’enzima che disattiva il GLP1 ne determina un aumento della concentrazione del GLP1 stesso e quindi un beneficio sul controllo delle glicemie. Tali farmaci, primi fra i nuovi farmaci ed introdotti nel 2008, detti gliptine (si- tagliptin, vildaglitin, saxaglipti, linagliptin, alogliptin), permettono un miglioramento del controllo glicemico, con un azione neutra sul peso e soprattutto con un rischio di ipoglicemia bassissimo per una azione del farmaco che viene definita è glucosio dipen- dente. In altre parole questi...

0

Gli agonisti recettori o analoghi GLP-1

Il GLP-1 è un ormone che potenzia la secrezione di insulina dal pancreas. Gli agonisti del recettore, o gli analoghi di questo ormone, sono farmaci iniettivi non insulinici che hanno dimostrato di migliorare, attraverso meccanismi complessi, i profili glicemici, ma anche azioni extra glicemici positivi, quali calo ponderale, miglioramento del controllo pressorio. Le molecole appartenenti a queste classi sono la Exenatide, Liraglutidela Lixixenatide, la Dulaglutide e a breve sarà disponibile sarò la Semaglutide. Tali farmaci hanno come detto sopra, infine, mostrato, capacità nella riduzione del rischio e mortalità cardio vascolare quando utilizzati in soggetti ad elevato rischio malattie cardiache, o...

0

Nuove insuline e nuove formulazioni insuliniche

Grazie alla disponibilità di nuove molecole insuliniche basali, quali l’insulina Degludec e grazie alla modifica della concentrazione di insuline basali già esistenti, Glargine, abbiamo oggi a dispo- sizione nuove opportunità di terapia per i pazienti in trattamento insulinico . Entrambe le insuline citate sono come detto insuline basali/ultralente. Sono caratterizzate da una durata di azione superiore rispetto alle “vecchie” insuline basali/lente, arrivando fino alle 36 ore e da un profilo di azione più piatto, riducendo così il rischio di ipoglicemia. Fra pochi giorni sarà disponibile nel nostro paese anche di una nuova insulina prandiale, rapida, anzi ultra rapida (fast aspart)....

0

Cosa bolle in pentola ?

Abbiamo posto al Dr Paolo Di Bartolo alcune domande su cosa bolle in pentola in tema di trattamento del diabete di tipo 2 e tipo 1.   Dr Di Bartolo in quale contesto ci troviamo? La prevalenza di diabete di tipo 2 e tipo 1 in Italia e nel mondo è in forte crescita e le proiezioni parlano di vera e propria pan- demia di diabete. Nei diversi continenti la prevalenza attuale oscilla tra il 4% e il 10%, con un totale di 371 milioni di persone affette dalla ma- lattia. Questo numero è destinato a crescere fino a 552 milioni entro i prossimi...

0

Relazione del consiglio direttivo del 2017

“A nome del consiglio direttivo dell’Associazione Diabetici Ravennate Vi presento la relazione sull’attività svolta nell’esercizio 2017 e i risultati ottenuti a consuntivo. Possiamo confermare che il numero dei nostri associati si è ormai assestato attorno alle mille unità e che anche nei prossimi anni non si discosterà di molto da tale valore. Nel corso del 2017 è continuato lo screening sul piede diabetico tenuto dai podologi Dott.ssa Daniela Valli e Dott. Adriano Camporesi presso i servizi di diabetologia di Ravenna, Faenza e Lugo. Si è mantenuto l’orario con due giornate a Ravenna, una a Faenza ed una a Lugo. L’associazione...

Se utilizzi il nostro portale adr onlus, vuol dire accetti l'utilizzo dei cookie da parte della nostra redazione web. INFO

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi